Il Collegio Sindacale e la Società di revisione

COLLEGIO SINDACALE

Il Collegio Sindacale ai sensi dell’art. 149 del D.Lgs. n. 58/1998, vigila sull’osservanza della legge e dell’atto costitutivo, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione, sull’adeguatezza della struttura organizzativa della società per gli aspetti di competenza, del sistema di controllo interno e del sistema amministrativo-contabile, sulle modalità di concreta attuazione delle regole di governo societario previste da codici di comportamento redatti da società di gestione di mercati o da associazioni di categoria, cui la società, mediante informativa al pubblico, dichiara di attenersi, sull’affidabilità di quest’ultimo nel rappresentare correttamente i fatti di gestione nonché sull’adeguatezza delle disposizioni impartite dalla società alle società controllate ai sensi dell’articolo 114, comma 2 del citato decreto. Al fine di armonizzare le proprie competenze con quelle del Comitato per il Controllo Interno, nel corso del 2005, sono state trasferite al Collegio Sindacale le attribuzioni riguardanti:

  • l’esame, su segnalazione del Presidente o del Direttore Pianificazione, Amministrazione, Finanza e Controllo, delle frodi di qualunque ammontare che hanno coinvolto il management o dipendenti con ruoli rilevanti nel sistema di controllo interno;
  • l’esame delle segnalazioni, anche anonime, relativamente a problematiche contabili, di sistema di controllo interno e di revisione contabile.

Ciascun membro del Collegio può convocare il Consiglio di Amministrazione, mentre l’Assemblea può essere convocata da due membri del Collegio stesso. Il Collegio Sindacale è costituito da tre sindaci effettivi e da due sindaci supplenti. L’art. 22 dello Statuto della Società prevede che la nomina da parte dell’Assemblea dei componenti il Collegio Sindacale avvenga mediante voto di lista, al fine di assicurare alla minoranza la nomina del Presidente del Collegio Sindacale e di un sindaco supplente. Ai sensi dell’art. 22 dello Statuto, per il deposito, la presentazione e la pubblicazione delle liste si applicano le disposizioni di legge e quelle emanate dalla Consob con proprio regolamento in materia di elezione dei componenti degli organi di amministrazione e controllo.

Ogni azionista potrà presentare o concorrere alla presentazione di una sola lista e votare una sola lista, secondo le modalità prescritte dalle citate disposizioni di legge e regolamentari. Hanno diritto di presentare le liste gli azionisti, titolari di diritto di voto al momento della presentazione delle liste stesse, che da soli o insieme ad altri azionisti detengano, al momento della loro presentazione, almeno il 2% o la diversa percentuale fissata o richiamata da disposizioni di legge o regolamentari, delle azioni aventi diritto di voto nell’Assemblea ordinaria. A tal proposito la Consob, in data 27 gennaio 2010 con la Delibera n. 17148 ha determinato la suddetta percentuale in misura pari all’1%. Ogni candidato potrà presentarsi in una sola lista a pena di ineleggibilità. Le liste si articolano in due sezioni: la prima riguarda i candidati alla carica di sindaco effettivo, la seconda riguarda i candidati alla carica di sindaco supplente. Almeno il primo dei candidati di ciascuna sezione deve essere iscritto nel registro dei revisori contabili e avere esercitato l’attività di controllo legale dei conti per un periodo non inferiore a tre anni. I sindaci sono rieleggibili. Le liste per la nomina dei sindaci, corredate dalle informazioni sulle caratteristiche dei candidati, nonché l’indicazione dell’identità dei soci che hanno presentato le liste stesse e della percentuale di partecipazione posseduta sono tempestivamente, e comunque entro i termini previsti dalle norme vigenti, messe a disposizione del pubblico presso la sede della Società, la Borsa Italiana S.p.A e pubblicate sul sito internet di Snam Rete Gas S.p.A (www.snamretegas.it). La procedura del voto di lista si applica solo in caso di rinnovo dell’intero Collegio Sindacale. Il Collegio Sindacale, nominato dall’Assemblea ordinaria del 26 aprile 2007, è composto dal Presidente, Pierumberto Spanò, dai sindaci effettivi Riccardo Perotta e Roberto Mazzei e dai sindaci supplenti Giulio Gamba e Luigi Rinaldi. Il loro mandato dura tre esercizi (fino all’approvazione del bilancio 2009). I sindaci effettivi Roberto Mazzei e Riccardo Perotta e il sindaco supplente Giulio Gamba sono stati candidati nella lista presentata dall’azionista Eni S.p.A. Il Presidente del Collegio Sindacale Pierumberto Spanò e il sindaco supplente Luigi Rinaldi sono stati nominati su proposta dell’Azionista ARCA SGR S.p.A. I sindaci sono scelti tra coloro che sono in possesso dei requisiti di professionalità e onorabilità indicati nel decreto del 30 marzo 2000, n. 162 del Ministero della Giustizia. Ai fini del suddetto decreto le materie strettamente attinenti all’attività della Società sono: diritto commerciale, economia aziendale, finanza aziendale. Agli stessi fini il settore strettamente attinente all’attività della Società è il settore ingegneristico.

L’Assemblea ordinaria del 26 aprile 2007 ha stabilito il compenso annuo per la durata dell’incarico in euro 45.000 e in euro 30.000, rispettivamente per il Presidente del Collegio Sindacale e per i sindaci effettivi ed ha approvato la corresponsione di euro 500 ai sindaci per la partecipazione a ciascuna adunanza dei Comitati istituiti all’interno del Consiglio. I sindaci possono assumere incarichi di componente di organi di amministrazione e controllo in altre società nei limiti fissati dalla Consob con proprio regolamento. Il Collegio Sindacale, sulla base delle dichiarazioni da gli stessi fornite, ha verificato il possesso da parte di tutti i componenti il Collegio, dei requisiti di indipendenza previsti dalla Legge nonché di quelli indicati per gli amministratori dall’articolo 3 del Codice di Autodisciplina. Il curriculum professionale dei sindaci è disponibile sul sito internet di Snam Rete Gas S.p.A.

Nel corso del 2009 il Collegio Sindacale si è riunito 13 volte; alle riunioni ha partecipato in media l’82% dei sindaci. Di norma un membro del Collegio Sindacale ha preso parte alle riunioni del Comitato per il Controllo Interno. Sulla base delle comunicazioni ricevute, sono indicate di seguito le cariche di amministratore e sindaco ricoperte da ciascun sindaco in altre società quotate in mercati regolamentati italiani nonché il numero di incarichi complessivamente ricoperti in altre società.

Sindaco Incarichi ricoperti in emittenti quotati Società Incarichi complessivamente ricoperti
Pierumberto Spanò Presidente del Collegio Sindacale Astaldi S.p.A 16
Riccardo Perotta Sindaco Effettivo
Sindaco Effettivo
Fiat S.p.A
Mediolanum S.p.A
10
Roberto Mazzei Consigliere Viaggi del Ventaglio S.p.A 16

LA SOCIETÀ DI REVISIONE

L’attività di revisione contabile è affidata ai sensi di legge a una società di revisione iscritta all’albo tenuto conto della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB), la cui nomina spetta all’Assemblea su proposta motivata del Collegio Sindacale.

L’assemblea del 26 aprile 2007 ha prorogato l’incarico di revisione contabile, in scadenza a quella data e già conferito alla PricewaterhouseCoopers S.p.A, fino all’esercizio 2012.