Analisi delle voci del conto economico

Ricavi totali

(milioni di €)200720082009Var. ass.Var. %
Ricavi della gestione caratteristica 1.790 1.902 2.438 536 28,2
Settori di attività
Trasporto 1.769 1.882 1.865 (17) (0,9)
Rigassificazione 43 37 36 (1) (2,7)
Distribuzione 406 406
Stoccaggio 161 161
Elisioni di consolidamento (22) (17) (30) (13) 76,5
Altri ricavi e proventi 78 8 30 22
Ricavi totali 1.868 1.910 2.468 558 29,2

I ricavi della gestione caratteristica conseguiti nel 2009 (2.438 milioni di euro) aumentano di 536 milioni di euro, pari al 28,2%, rispetto all’esercizio 2008 per effetto del consolidamento di Italgas e Stogit.

I ricavi del settore di attività trasporto (1.865 milioni di euro, prima delle elisioni di consolidamento) si riducono di 17 milioni di euro a seguito principalmente della riduzione dei ricavi di trasporto (-19 milioni di euro), dovuta ai minori volumi di gas naturale trasportati (-53 milioni di euro) e all’aggiornamento tariffario (-18 milioni di euro), i cui effetti sono stati in parte assorbiti dal contributo degli investimenti realizzati nel 2007 (+57 milioni di euro).

I ricavi di trasporto18 dell’esercizio 2009 (1.848 milioni di euro) includono il riconoscimento, da parte dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, dei maggiori oneri sostenuti per l’acquisto del gas combustibile nell’anno termico 2007- 200819 (34 milioni di euro; -11 milioni di euro rispetto al contributo, iscritto nel bilancio 2008, di competenza degli anni termici 2005-2006 e 2006-2007).

I ricavi di trasporto sono di seguito analizzati per Utente con evidenza di quelli principali.

(milioni di €)200720082009Var. ass.Var. %
Eni 1.165 1.081 934 (147) (13,6)
Enel Trade 234 254 245 (9) (3,5)
Altri 511 603 734 131 21,7
Rettifica di ricavi e penali (101) (74) (47) 27 (36,5)
Corrispettivo addizionale a copertura dei maggiori oneri per l'acquisto di gas 45 34 (11) (24,4)
Corrispettivo di interrompibilità di cui alle deliberazioni n. 297/05 e n. 277/07 (50) (34) (42) (8) 23,5
Corrispettivo di trasporto Rete Regionale di cui alla deliberazione n. 45/07 - Perequazione (2) (8) (10) (2) 25,0
1.757 1.867 1.848 (19) (1,0)

I ricavi del settore di attività rigassificazione (36 milioni di euro) si riferiscono al corrispettivo di rigassificazione del Gas Naturale Liquefatto (GNL) effettuato presso il terminale GNL di Panigaglia (SP).

I ricavi del settore di attività distribuzione di gas naturale (406 milioni di euro), relativi al periodo 1° luglio - 31 dicembre 2009, sono relativi principalmente ai corrispettivi per il servizio di distribuzione del gas naturale (394 milioni di euro). Gli stessi sono stati definiti sulla base della Deliberazione n. 159/08 dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas che ha previsto la loro ripartizione nell’arco dei mesi in termini costanti, sulla base di un ammontare già fissato in occasione dell’approvazione delle richieste tariffarie, denominato Vincolo dei Ricavi Totali – VRT, non più correlata alla stagionalità dei volumi distribuiti20.

I ricavi del settore di attività stoccaggio di gas naturale (161 milioni di euro, prima delle elisioni di consolidamento), relativi al periodo 1° Luglio – 31 dicembre 2009, si riferiscono essenzialmente al corrispettivo per i servizi di stoccaggio (158 milioni di euro, di cui 124 e 34 milioni di euro riferiti rispettivamente allo stoccaggio di modulazione e allo stoccaggio strategico).

Ricavi – Attività regolate e non regolate

(milioni di €)200720082009Var. ass.Var. %
Ricavi attività regolate 1.778 1.887 2.423 536 28,4
Trasporto 1.757 1.867 1.848 (19) (1,0)
Rigassificazione 21 20 21 1 5,0
Distribuzione 407 407
Stoccaggio (*) 147 147
Ricavi attività non regolate 90 23 45 22 95,7
1.868 1.910 2.468 558 29,2

(*) Al netto dei ricavi per il servizio di modulazione fornito a Snam Rete Gas S.p.A.

I ricavi delle attività regolate (2.423 milioni di euro, al netto delle elisioni di consolidamento) sono relativi al trasporto (1.848 milioni di euro), alla rigassificazione (21 milioni di euro), alla distribuzione (407 milioni di euro ) e allo stoccaggio di gas naturale (147 milioni di euro).

I ricavi delle attività non regolate (45 milioni di euro, al netto delle elisioni di consolidamento) riguardano principalmente prestazioni tecniche (17 milioni di euro), proventi derivanti dall’affitto e dalla manutenzione di cavi di telecomunicazone in fibra ottica (9 milioni di euro) e plusvalenze derivanti dalla cessione di attività materiali (7 milioni di euro).

Altri ricavi e proventi

Gli altri ricavi e proventi (30 milioni di euro) riguardano essenzialmente plusvalenze da cessione di attività materiali (7 milioni di euro), ricavi netti per il rimborso di titoli di efficienza energetica (4 milioni di euro) e proventi da investimenti immobiliari (3 milioni di euro).

Costi operativi

(milioni di €)200720082009Var. ass.Var. %
Settori di attività
Trasporto 347 388 399 11 2,8
Rigassificazione 35 30 27 (3) (10,0)
Distribuzione 147 147
Stoccaggio 38 38
Elisioni di consolidamento (25) (19) (30) (11) 57,9
357 399 581 182 45,6

I costi operativi (581 milioni di euro) aumentano di 182 milioni di euro, pari al 45,6%, rispetto all’esercizio 2008, a seguito essenzialmente degli effetti associati al consolidamento di Italgas e Stogit.

I costi operativi del settore di attività trasporto (399 milioni di euro, prima delle elisioni di consolidamento) aumentano di 11 milioni di euro a seguito essenzialmente dei maggiori accantonamenti al fondo rischi e oneri (+20 milioni di euro) e dell’incremento dei costi fissi (+4 milioni di euro), dovuto essenzialmente ai maggiori oneri per incentivazione all’esodo del personale dipendente. Tali fattori sono stati in parte assorbiti dalla riduzione dei costi variabili (-13 milioni di euro) dovuta principalmente ai minori oneri per l’acquisto del gas combustibile, per effetto della riduzione dei volumi di gas consumati (-16 milioni di euro), in parte compensata dall’incremento dei costi relativi al riaddebito del servizio di trasporto, da parte di operatori terzi, sulle reti di loro proprietà (cd interconnessione; +5 milioni di euro).

Costi operativi – Attività regolate e non regolate

(milioni di €)200720082009Var. ass.Var. %
Costi attività regolate 355 395 567 172 44
Costi fissi controllabili 207 209 352 143 68,4
Costi variabili 102 135 117 (18) (13,3)
Altri costi 46 51 98 47 92,2
Costi attività non regolate 2 4 14 10
357 399 581 182 45,6

Costi operativi delle attività regolate

I costi fissi controllabili21 (352 milioni di euro) sono rappresentati dal costo del personale ricorrente (182 milioni di euro) e dai costi esterni (170 milioni di euro). Il personale in servizio al 31 dicembre 2009 (6.187 persone) è di seguito analizzato per settori di attività e per qualifica professionale.

(numero)200720082009Var. ass.Var. %
Settori di attività
Trasporto 2.270 2.252 2.254 2 0,1
Rigassificazione 87 93 87 (6) (6,5)
Distribuzione 3.545 3.545
Stoccaggio 301 301
2.357 2.345 6.187 3.842
(numero)200720082009Var. ass.Var. %
Qualifica professionale
Dirigenti 62 65 121 56 86,2
Quadri 255 265 493 228 86,0
Impiegati 1.250 1.241 3.320 2.079
Operai 790 774 2.253 1.479
2.357 2.345 6.187 3.842

I costi variabili (117 milioni di euro) si riferiscono essenzialmente ai costi del gas combustibile utilizzato per l’alimentazione delle centrali di compressione e le emissioni di gas dalla rete e dagli impianti (110 milioni di euro complessivamente). Gli altri costi (98 milioni di euro) sono relativi principalmente ad oneri che trovano corrispondenza nei ricavi (essenzialmente oneri per interconnessione e costi per servizio di modulazione reso da Stogit nel primo semestre dell’anno), ad accantonamenti netti al fondo rischi ed oneri, nonché a costi per concessioni.

Ammortamenti e svalutazioni

(milioni di €)200720082009Var. ass.Var. %
Ammortamenti 489 489 613 124 25,4
Settori di attività
Trasporto 485 485 499 14 2,9
Rigassificazione 4 4 4
Distribuzione 75 75
Stoccaggio 35 35
Svalutazioni
489 489 613 124 25,4

Gli ammortamenti e svalutazioni (613 milioni di euro) aumentano di 124 milioni di euro rispetto al 2008 per effetto degli ammortamenti registrati dalle attività distribuzione (75 milioni di euro) e stoccaggio di gas naturale (35 milioni di euro). All’aumento ha altresì inciso l’incremento degli ammortamenti relativi all’attività di trasporto (+14 milioni di euro) dovuto all’entrata in esercizio di nuove infrastrutture.

Utile operativo

(milioni di €)200720082009Var. ass.Var. %
Settori di attività
Trasporto 1.015 1.017 974 (43) (4,2)
Rigassificazione 7 5 5
Distribuzione 203 203
Stoccaggio 92 92
1.022 1.022 1.274 252 24,7

L’utile operativo conseguito nel 2009 ammonta a 1.274 milioni di euro, con un aumento di 252 milioni di euro, pari al 24,7%, rispetto all’esericizio 2008 per effetto essenzialmente della variazione dell’area di consolidamento, con un contributo dei settori di attività distribuzione e stoccaggio di gas naturale pari rispettivamente a 203 e 92 milioni di euro. L’attività di trasporto ha registrato un minore utile operativo22 di 43 milioni di euro, pari al 4,2%, rispetto al 2008 a seguito principalmente: (i) della riduzione dei ricavi di trasporto (-25 milioni di euro, al netto delle componenti che trovano contropartita nei costi); (ii) dei maggiori ammortamenti (-14 milioni di euro) a seguito dell’entrata in esercizio di nuove infrastrutture di trasporto; (iii) dell’incremento dei costi operativi (-6 milioni di euro, al netto delle componenti che trovano contropartita nei ricavi) a seguito essenzialmente dei maggiori accantonamenti ai fondi rischi e oneri (-19 milioni di euro) e dell’aumento dei costi fissi (-4 milioni di euro), i cui effetti sono stati parzialmente compensati dalla riduzione dei costi variabili del gas combustibile utilizzato per l’alimentazione delle centrali di compressione e per le emissioni di gas dalla rete e dagli impianti (+16 milioni di euro), a fronte dei minori quantitativi utilizzati.

La redditività del capitale investito (ROI) è stata pari al 10,0% (10,6% nell’esercizio 2008)23.

Oneri finanziari netti

(milioni di €)200720082009Var. ass.Var. %
Oneri finanziari correlati all'indebitamento finanziario netto (240) (276) (166) 110 (39,9)
- Oneri su debiti finanziari a breve e lungo termine (240) (276) (166) 110 (39,9)
(Oneri) Proventi su contratti derivati 14 27 (66) (93)
- Adeguamento al fair value (1) (2) (2)
- Differenziali di interesse maturati nel periodo 15 29 (64) (93)
Altri (oneri) proventi finanziari 8 (3) (9) (6)
- Oneri finanziari connessi al trascorrere del tempo (accretion discount) (1) (1) (11) (10)
- Altri proventi (oneri) finanziari netti 9 (2) 2 4
Oneri finanziari imputati all'attivo patrimoniale 18 26 24 (2) (7,7)
(200) (226) (217) 9 (4,0)

Gli oneri finanziari netti (217 milioni di euro) diminuiscono di 9 milioni di euro rispetto all’esercizio 2008 a seguito principalmente della marcata riduzione dei tassi di interesse di mercato i cui effetti sono stati in parte compensati dall’incremento dell’indebitamento finanziario netto medio, dovuto principalmente al consolidamento di Italgas e Stogit, con impatti a conto economico a partire dal 1° luglio 2009, e al finanziamento dell’operazione di acquisizione. Il costo medio dell’indebitamento è stato pari a circa il 2,9%24 (4,2% nel 2008).

Nel 2009 sono stati capitalizzati 24 milioni di euro di oneri finanziari (26 milioni di euro nel 2008). La riduzione degli oneri finanziari capitalizzati, pari a 2 milioni di euro, è attribuibile alla riduzione dei tassi di interesse di mercato.

Proventi (oneri) su partecipazioni

L’analisi dei proventi (oneri) su partecipazioni (22 milioni di euro) è illustrata nella tabella seguente:

(milioni di €)2009
Effetto valutazione con il metodo del patrimonio netto 21
Plusvalenze da cessione di partecipazioni 3
Altri oneri (2)
(22)

I proventi su partecipazioni riguardano: (i) le quote di competenza dei risultati netti di periodo delle imprese partecipate valutate con il metodo del patrimonio netto (21 milioni di euro) del settore di attività distribuzione di gas naturale; (ii) la plusvalenza (3 milioni di euro) derivante dalla cessione ad Eni S.p.A della partecipazione di Italgas (17,77%) in Toscana Energia Clienti S.p.A.

Imposte sul reddito

(milioni di €)200720082009Var. ass.Var. %
Imposte correnti 397 291 402 111 38,1
(Imposte anticipate) differite
Imposte differite (41) (37) (44) (7) 18,9
Imposte anticipate (30) 12 (11) (23)
Utilizzo fondo imposte differite esuberante (98)
(169) (25) (55) (30)
Tax rate (%) 27,7 33,4 32,2 (1,2)
228 266 347 81 30,5

Le imposte sul reddito (347 milioni di euro) sono aumentate di 81 milioni di euro, pari al 30,5%. L’aumento è dovuto principalmente al maggior utile prima delle imposte (+283 milioni di euro) a seguito della variazione del perimetro di consolidamento.

L’incidenza delle imposte dell’esercizio sul risultato prima delle imposte (tax rate) è del 32,2% contro il 33,4% dell’esercizio 2008.

(18) L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, con deliberazione ARG/gas 135/09, pubblicata il 28 settembre 2009, ha prorogato per il periodo 1° ottobre 2009 – 31 dicembre 2009 la validità delle proposte tariffarie per il trasporto e dispacciamento del gas per l’anno termico 1° ottobre 2008 - 30 settembre 2009.
(19) Tale corrispettivo fa seguito alla deliberazione VIS 8/09, pubblicata il 5 febbraio 2009, con la quale l’Autorità aveva riconosciuto alla società i maggiori oneri per gli anni termici 2005-2006 e 2006-2007 (45 milioni di euro complessivamente), rinviando a successivi provvedimenti la determinazione del contributo per gli anni termici 2007-2008 e 2008-2009. La stessa Autorità, con deliberazione ARG/gas 184/09, ha stabilito che i costi addizionali sostenuti dalla Società nel periodo 1° ottobre 2008 - 31 dicembre 2009 saranno definiti con successivo provvedimento.
(20) Informazioni sul quadro normativo dell’attività di distribuzione del gas naturale sono fornite nel capitolo “Andamento operativo - Attività di distribuzione di gas naturale - Regolamentazione”.
(21) Per la definizione dei costi fissi controllabili si rimanda al “Glossario” della presente relazione.
(22) L’utile operativo è analizzato isolando i soli elementi che hanno determinato una sua variazione, in quanto l’applicazione della normativa tariffaria del settore del gas genera componenti di ricavo e di costo che si compensano tra loro.
(23) Si evidenzia che la redditività del capitale investito per l’esercizio 2009 non è rappresentativa delle performance realizzate in quanto, a seguito delle operazioni di acquisizione, l’utile operativo include gli effetti associati al consolidamento delle Società acquisite nel secondo semestre dell’anno.
(24) Il costo medio dell’indebitamento delle Società acquisite è stato calcolato con riferimento al secondo semestre dell’anno.