Snam Rete Gas e i mercati finanziari

Nel corso del 2009 si è registrata una diffusa ripresa, rispetto ai minimi di inizio anno, dei valori borsistici di tutte le principali piazze finanziarie mondiali. Le performance registrate alla fine dell’anno dalle principali borse europee sono state le seguenti: indice Dow Jones Stoxx 50 +24,1%, FTSE 100 di Londra +22,1%, DAX di Francoforte +23,9% e CAC 40 di Parigi +22,3%. L’andamento dei mercati azionari ha beneficiato delle manovre anti-crisi messe in atto congiuntamente da governi e banche centrali, che hanno condotto ad un miglioramento del contesto finanziario e ad una maggiore fiducia nella ripresa della crescita a livello globale. Il mercato azionario italiano ha evidenziato un recupero in linea con le altre piazze finanziarie europee: l’indice FTSEMIB, che include le maggiori 40 società per capitalizzazione quotate sul mercato italiano, ha registrato una crescita del 19,5% e l’indice FTSE Italia All-Share, che include tutte le società quotate, del 19,2%. Anche nel caso italiano i dati macroeconomici sembrano mostrare un miglioramento delle prospettive di crescita. Il titolo Snam Rete Gas, che è presente oltre che nell’indice FTSEMIB anche nei primari indici internazionali (Dow Jones Euro Stoxx, S&P Euro, MSCI Euro), ha chiuso il 2009 ad un prezzo ufficiale di € 3,46, in crescita del 6,1% rispetto all’analogo valore dell’anno precedente, rettificato per tener conto dell’aumento di capitale sociale. In un anno in cui il settore utilities europeo ha sottoperformato il mercato (Dow Jones Stoxx 600 Utilities +1%), per effetto sia della debolezza della domanda energetica che per l’interesse degli investitori verso i settori maggiormente esposti alla ripresa della congiuntura economica, tale performance ha messo in luce, oltre al gradimento degli investitori per le caratteristiche di solidità e di visibilità dei risultati della Società, anche il favorevole accoglimento dei mercati per l’operazione di acquisizione di Italgas e Stogit, effettuata nel primo semestre dell’anno, e per gli obiettivi di sviluppo strategico della nuova realtà industriale.

Nel 2009 sul mercato telematico azionario della Borsa Italiana sono stati scambiati circa 2,6 miliardi di azioni di Snam Rete Gas, con scambi giornalieri in crescita anche a seguito dell’aumento di capitale e pari in media a circa 10,1 milioni di azioni (contro i 7,3 milioni del 2008).

Azionariato

Al 31 dicembre 2009, il capitale sociale di Snam Rete Gas S.p.A, interamente sottoscritto e versato, è pari a 3.570.768.494,00 euro ed è rappresentato da n. 3.570.768.494 azioni ordinarie del valore nominale di 1 euro (n. 1.956.445.600 azioni dallo stesso valore nominale al 31 dicembre 2008). L’aumento, rispetto al 31 dicembre 2008, di 1.614.322.894,00 euro è dovuto: (i) all’emissione di n. 1.614.292.394 azioni del valore nominale di 1 euro, per effetto dell’aumento del capitale sociale deliberato dal Consiglio di Amministrazione in data 23 marzo 2009 a seguito della delega conferitagli dall’Assemblea Straordinaria degli azionisti del 17 marzo 2009 di aumentare a pagamento il capitale sociale di Snam Rete Gas S.p.A, in via scindibile, per massimi 3,5 miliardi di euro, comprensivo di sovrapprezzo, mediante emissione di azioni del valore nominale di 1 euro ciascuna, godimento regolare, da offrire in opzione agli azionisti in proporzione al numero di azioni possedute; (ii) all’emissione di n. 30.500 azioni sottoscritte dai dirigenti assegnatari dei piani di stock option 2004.

Alla fine dell’anno, sulla base delle risultanze del Libro soci e di altre informazioni raccolte, Eni S.p.A detiene il 52,54% del capitale sociale, Snam Rete Gas S.p.A, tramite le azioni proprie in portafoglio, il 5,46%, mentre il restante 42,00% è detenuto da altri azionisti.

Snam Rete Gas in Borsa

Andamento delle quotazioni dell’azione Snam Rete Gas sulla Borsa di Milano (31 dicembre 2008 -31 dicembre 2009)


Andamento delle quotazioni dell’azione Snam Rete Gas sulla Borsa di Milano (31 dicembre 2008 -31 dicembre 2009)

Azionariato Snam Rete Gas per tipologia di investitore ed area geografica


ENI 52.54%, Istituzionali Europa Continentale (*) 12.78%, Investitori retail 8.51%, Istituzionali Nord America 6.96%, Azioni proprie 5.46%, Istituzionali UK & Irlanda 5.12%, Istituzionali Italia 4.82%, Banca d'Italia 1.97%, Istituzionali Resto del mondo 1.84%