Le infrastrutture

Il sistema di trasporto di Snam Rete Gas

Il sistema italiano di trasporto del gas ha un’estensione complessiva di oltre 33.500 chilometri, di cui 31.531 di proprietà di Snam Rete Gas. La seguente tabella riporta i dati relativi alla Rete di trasporto di Snam Rete Gas al 31 dicembre 2009 e per i due anni precedenti:

(dati in chilometri) 2007 2008 2009 Var. ass. Var. %
Rete Nazionale 8.548 8.779 8.871 92 1,0
Rete Regionale 22.533 22.695 22.660 (35) (0,2)
31.081 31.474 31.531 57 0,2

Snam Rete Gas - Infrastruttura di rete


Rete Nazionale di Gasdotti, Rete di trasporto Regionale, Terminale di Rigassificazione del G.N.L., Centro di Dispacciamento, Terminale Marittimo, Centrale di Compressione

La Rete Nazionale di Gasdotti di proprietà di Snam Rete Gas è costituita essenzialmente da tubazioni, normalmente di grande diametro, con funzione di trasferire quantità di gas dai punti di ingresso del sistema (importazioni e principali produzioni nazionali) ai punti di interconnessione con la Rete di Trasporto Regionale e con le strutture di stoccaggio. Della Rete Nazionale di Gasdotti fanno parte anche alcuni gasdotti interregionali funzionali al raggiungimento di importanti aree di consumo.

La Rete di Trasporto Regionale di Snam Rete Gas, formata dalla restante parte dei gasdotti, permette di movimentare il gas naturale in ambiti territoriali delimitati, generalmente su scala regionale, per la fornitura del gas ai consumatori industriali e termoelettrici e alle reti di distribuzione urbana.

Le interconnessioni esercite da Snam Rete Gas all’interno della rete di trasporto sono assicurate da 23 punti (i c.d. “nodi”) di connessione e di smistamento e da 567 aree impiantistiche contenenti impianti di riduzione e di regolazione della pressione. Tali impianti consentono di regolare il flusso del gas naturale all’interno della rete e assicurano il collegamento tra condotte operanti a diversi regimi di pressione.

Le infrastrutture di trasporto sono completate da: (i) quattro terminali marittimi, che connettono le condotte sottomarine a quelle di terra, situati a Mazara del Vallo (Trapani), a Messina, a Favazzina (Reggio Calabria) e a Palmi (Reggio Calabria); (ii) undici centrali di compressione del gas.

La Rete Nazionale di Gasdotti

Al 31 dicembre 2009 la Rete Nazionale di Gasdotti di Snam Rete Gas si estende per 8.871 chilometri. I gasdotti di terra, il cui diametro massimo raggiunge i 1400 mm, trasportano gas a una pressione compresa tra i 24 e i 75 bar. I gasdotti sottomarini che attraversano lo Stretto di Messina, hanno un diametro compreso tra i 500 e i 650 mm e trasportano gas a una pressione fino a 115 bar.

Nel corso dell’anno 2009 la Rete Nazionale di Gasdotti si è incrementata di 92 chilometri a seguito della realizzazione dei metanodotti Montalbano-Messina, Rende-Tarsia, Gagliano-Sparacollo e per la realizzazione di varianti a infrastrutture già esistenti.

Le principali linee della Rete Nazionale interconnesse con i gasdotti di importazione, sono:

  • per il gas importato dal punto di consegna di Mazara del Vallo: le due linee del diametro di 1200/1050 mm che collegano Mazara del Vallo (Trapani) a Minerbio (Bologna), lunghe circa 1.500 chilometri ciascuna. Le condotte si raccordano alle linee di importazione del gas naturale di provenienza algerina che attraversano il canale di Sicilia. È in fase di realizzazione il potenziamento del gasdotto con la posa di una terza linea del diametro di 1200 mm, lunga 583 chilometri (di cui 505 chilometri già in esercizio);
  • per il gas importato dal punto di consegna di Gela: la linea di 900 mm, lunga 67 chilometri, che collega il metanodotto proveniente dalla Libia, dal punto di ingresso di Gela, alla Rete di Trasporto Nazionale presso il nodo di Enna sulla linea di importazione dall’Algeria;
  • per il gas importato dai punti di consegna di Tarvisio e di Gorizia: le due linee del diametro di 1050/900 e 850 mm di circa 900 chilometri che collegano la rete austriaca da Tarvisio (Udine) a Sergnano (Cremona) e Minerbio (Bologna), attraversando la Pianura Padana. Le linee sono state inoltre potenziate con la posa di una terza linea del diametro di 1200/1400 mm, lunga 264 chilometri;
  • per il gas importato dal punto di consegna di Passo Gries: la linea dal diametro di 1200 mm, lunga 177 chilometri, che si connette con il sistema di trasporto svizzero a Passo Gries (Verbania) e si estende fino al nodo di Mortara (Pavia) nella Pianura Padana;
  • per il gas proveniente dal terminale GNL di Panigaglia: una condotta da 750 mm della lunghezza di 170 chilometri, che collega il terminale GNL in località Panigaglia con la Rete Nazionale nei pressi di Parma;
  • Adriatic LNG: un collegamento da 900 mm presso il nodo di Minerbio con il gasdotto Cavarzere-Minerbio della società Edison stoccaggi S.p.A che riceve il gas dal terminale GNL marittimo.

La Rete Regionale di Gasdotti

La Rete di Trasporto Regionale è costituita da gasdotti di diametro e pressioni di esercizio di norma inferiori a quelli della Rete Nazionale. Essa svolge la funzione di movimentare il gas naturale in ambiti territoriali delimitati, generalmente su scala regionale, per la fornitura del gas agli Utenti industriali e alle aziende di distribuzione. Al 31 dicembre 2009 la Rete di Trasporto Regionale si estende per 22.660 chilometri.

Le centrali di compressione

Snam Rete Gas utilizza 11 centrali di compressione con lo scopo di aumentare la pressione del gas nelle condotte e riportarla al valore necessario per assicurarne il flusso. Le centrali sono posizionate lungo la Rete Nazionale Gasdotti e comprendono generalmente più unità di compressione. Al 31 dicembre 2009 la potenza installata è pari a 857 megawatt (830 megawatt al 31 dicembre 2008). L’incremento e dovuto alla messa in esercizio della nuova unità TC5 della centrale di Malborghetto ed alla trasformazione a basse emissioni dell’unità TC1 della centrale di Melizzano.

Snam Rete Gas - Le Centrali di Compressione