Glossario

Il glossario dei termini finanziari, commerciali, tecnici e delle unità di misura è consultabile sul sito internet www.snamretegas.it. Di seguito sono indicati quelli di uso più ricorrente.

Termini economico-finanziari

Accisa

Imposta indiretta, a riscossione immediata, applicata alla produzione od al consumo di determinati beni industriali (tra i quali i prodotti petroliferi e il gas naturale).

Ammortamento

L’ammortamento è il processo mediante il quale il costo delle immobilizzazioni viene ripartito in funzione del periodo in cui l’impresa ne trae beneficio, che normalmente corrisponde con l’intera durata di utilizzazione.

Attività non correnti

Voce dell’attivo di stato patrimoniale, che accoglie, al netto dei relativi ammortamenti e svalutazioni, gli elementi destinati a perdurare nel tempo. Sono suddivise nelle seguenti categorie: “Immobili, impianti e macchinari”, “Scorte d’obbligo”, “Attività immateriali”, ” “Partecipazioni”, “Attività finanziarie” e “Altre attività non correnti”.

Capitale di esercizio netto

Rappresenta il capitale che resta impiegato in attività a breve ed è un indicatore utilizzato allo scopo di verificare l’equilibrio finanziario dell’impresa nel breve termine. Tale grandezza è costituita da tutte le attività e passività a breve termine che siano di natura non finanziaria.

Capitale investito netto

Investimenti netti di natura operativa, rappresentati dalla somma del capitale circolante netto e delle immobilizzazioni.

Cash flow

Disponibilità finanziaria che si genera in un’impresa in un determinato periodo di tempo. Più precisamente, costituisce la differenza tra le entrate correnti (principalmente ricavi d’esercizio monetari) e le uscite monetarie correnti (costi di competenza del periodo di riferimento, che hanno generato un’uscita di cassa).

Costi operativi

Costi sostenuti per svolgere l’attività caratteristica dell’impresa. Fra i principali costi operativi vi sono gli acquisti, i servizi, l’energia, i materiali di consumo, il costo del lavoro, e la manutenzione.

Costi fissi controllabili

Sono cosi definiti i costi fissi operativi delle attività regolate costituiti dalla somma del “Totale costo del personale ricorrente“ e dei “Costi esterni ricorrenti della gestione ordinaria“.

Dividendo

Remunerazione deliberata dall’Assemblea degli azionisti su proposta del Consiglio di Amministrazione, corrisposta agli azionisti.

Dividend payout

Rappresenta il rapporto tra i dividendi e l’utile netto del periodo ed equivale alla percentuale di utili distribuita agli azionisti sotto forma di dividendi.

Indebitamento finanziario netto

Total resources contributed by shareholders, plus retained profits and minus losses.

Excise duty

Rappresenta un valido indicatore delle capacità di far fronte alle obbligazioni di natura finanziaria. L’indebitamento finanziario netto è rappresentato dal debito finanziario lordo ridotto della cassa e altre disponibilità liquide equivalenti, nonché degli altri crediti finanziari non strumentali all’attività operativa.

Investimenti

Costi riferiti a beni ad utilizzo pluriennale che non esauriscono la loro utilità nel corso di un periodo amministrativo.

Leverage

Indicatore della struttura finanziaria; misura il grado di indebitamento della società ed è calcolato come rapporto percentuale tra l’indebitamento finanziario netto e il capitale investito netto.

Oneri finanziari netti

Costo netto sostenuto per l’utilizzo di capitale di terzi. Comprende inoltre gli altri oneri netti correlati alla gestione finanziaria.

Patrimonio netto

Insieme delle risorse apportate dagli azionisti aumentato degli utili non distribuiti e diminuito delle perdite.

Margine operativo lordo (EBITDA)

L’EBITDA è una grandezza utilizzata dal Gruppo nelle presentazioni interne (business plan) ed esterne (agli analisti e agli investitori). Tale grandezza è utilizzata come unità di misura per la valutazione delle performance operative del Gruppo, nel suo complesso e nei singoli settori di attività, in aggiunta al Risultato Operativo (EBIT). Il Margine Operativo Lordo è determinato dalla differenza tra i ricavi ed i costi operativi.

Ricavi della gestione caratteristica

Proventi relativi alla cessione di beni e/o alla prestazione di servizi inerenti alla gestione caratteristica, cui sono riferibili tutti quei valori economici che sono collegati al campo di attività tipica dell’impresa e che sono ricorrenti nello svolgimento delle operazioni aziendali.

Strumenti derivati

Uno strumento finanziario viene definito derivato quando il suo profilo di costo/rendimento deriva dai parametri di costo/rendimento di altri strumenti principali, chiamati “sottostanti”, che possono essere materie prime, valute, tassi di interesse, titoli, indici azionari.

Utile operativo (EBIT)

Differenza tra i ricavi delle vendite e delle prestazioni e altri ricavi e i costi di un determinato periodo. E’ quindi il risultato della gestione operativa, al lordo dei costi e dei ricavi della gestione finanziaria e delle imposte.

Utile netto

Risultato che si ottiene sottraendo dal risultato operativo, il risultato della gestione finanziaria e le imposte sul reddito.

ATTIVITÀ DI TRASPORTO E RIGASSIFICAZIONE

Termini commerciali

Anno termico

Periodo temporale di riferimento in cui è suddiviso il periodo di regolazione. Per l’attività di trasporto l’anno termico, a partire dal 1° gennaio 2010, è coincidente con l’anno solare. L’ultimo anno termico, che ha avuto inizio il 1° ottobre 2008 e si è concluso il 31 dicembre 2009, è stato prorogato una tantum di tre mesi, dal 1° ottobre al 31 dicembre 2009. Per l’attività di rigassificazione di GNL è in corso l’anno termico 2009-2010, che ha avuto inizio il 1° ottobre 2009 e terminerà il 30 settembre 2010.

Codice di Rete

Documento che stabilisce le norme che regolano i diritti e gli obblighi dei soggetti coinvolti nel processo di erogazione del servizio di trasporto e di rigassificazione.

Periodo di regolazione

E’ il periodo temporale, normalmente quadriennale, per il quale sono definiti i criteri per la determinazione delle tariffe per il servizio di trasporto e dispacciamento del gas naturale e di rigassificazione del gas naturale liquefatto. Per l’attività di trasporto è in corso il terzo periodo di regolazione, che ha avuto inizio il 1° gennaio 2010 e terminerà il 31 dicembre 2013. Per l’attività di rigassificazione il terzo periodo di regolazione ha avuto inizio il 1° ottobre 2008 e terminerà il 30 settembre 2012.

Punto di Entrata RN

Ciascuno dei punti o aggregato locale di punti fisici della Rete Nazionale dei Gasdotti in corrispondenza dei quali il gas è consegnato dall’Utente al Trasportatore.

Tariffe di rigassificazione

Prezzi unitari applicati al servizio di rigassificazione. Comprendono tariffe di capacità impegnata (“Capacity”) e tariffe per unità di energia trasportata (“Commodity”) connesse rispettivamente alla capacità di rigassificazione richiesta dagli Utenti e ai volumi di gas scaricati dalle navi metaniere.

Tariffe di trasporto

Prezzi unitari applicati al servizio di trasporto e dispacciamento del gas naturale. Comprendono tariffe di capacità impegnata (“Capacity”), tariffe per unità di energia trasportata (“Commodity”) connesse, rispettivamente, alla capacità di trasporto richiesta dagli Utenti e al volume di gas immesso in rete.

Technical terms

Liquefied natural gas (Lng)

Natural gas comprised essentially of methane liquefied by cooling at around -160°C, at atmospheric pressure, to make it suitable for tanker transportation or reservoir storage. In order to be injected into the transportation network, the liquid must be reconverted into a gas at regasification plants and brought to the operating pressure of the pipelines.

Termini tecnici

Gas naturale liquefatto (GNL)

Gas naturale, costituito prevalentemente da metano liquefatto per raffreddamento a circa -160°C, a pressione atmosferica, allo scopo di renderlo idoneo al trasporto mediante apposite navi cisterna (metaniere) oppure allo stoccaggio in serbatoi. Per essere immesso nella rete di trasporto, il prodotto liquido deve essere riconvertito allo stato gassoso in impianti di rigassificazione e portato alla pressione di esercizio dei gasdotti.

ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE

Termini commerciali

Anno termico

Periodo temporale di riferimento in cui è suddiviso il periodo di regolazione, attualmente coincidente con l’anno solare.

Cliente finale

È il consumatore che acquista gas per uso proprio.

Codice di rete

Documento che stabilisce le norme che regolano i diritti e gli obblighi dei soggetti coinvolti nel processo di erogazione del servizio di distribuzione del gas.

Concessione

Atto per mezzo del quale l’Ente locale affida a una società la gestione di un servizio che ricade nell’ambito delle prerogative dell’Ente stesso e per il quale la società in questione assume il rischio di gestione.

Periodo di regolazione

E’ il periodo temporale, normalmente quadriennale, per il quale sono definiti i criteri per la determinazione delle tariffe per il servizio di distribuzione del gas. Attualmente è in corso il terzo periodo di regolazione, che ha avuto inizio il 1° gennaio 2009 e terminerà il 31 dicembre 2012.

Servizio di distribuzione gas

Servizio di trasporto di gas naturale attraverso reti di metanodotti locali da uno o più punti di consegna ai punti di riconsegna, in genere a bassa pressione e in contesti urbani, per la consegna ai consumatori finali.

Società di Vendita o RelCo (Retail Company)

Società che, in virtù di un contratto di accesso alle reti gestite da un Distributore, esercita l’attività di vendita del gas.

Termini tecnici

Gas distribuito

È il quantitativo di gas riconsegnato agli utenti della rete di distribuzione presso i punti di riconsegna.

Perequazione

Rappresenta la differenza tra i ricavi di competenza del periodo (VRT annuo) e quelli fatturati alle società di vendita sulla base dei volumi distribuiti. La posizione netta nei confronti della Cassa Conguaglio viene definita alla scadenza dell’anno termico ed è finanziariamente regolata nel corso dell’anno sulla base di acconti.

VRT (Vincolo dei Ricavi Totale)

È il valore totale dei ricavi ammessi per le società di distribuzione dall’autorità regolatrice a copertura dei costi per l’erogazione del servizio di distribuzione e del servizio di misura.

ATTIVITÀ DI STOCCAGGIO DEL GAS NATURALE

Termini commerciali

Anno termico

Periodo temporale di riferimento in cui è suddiviso il periodo di regolazione, attualmente rappresentato con il periodo che va dal 1° aprile di ogni anno al 31 marzo dell’anno successivo.

Fase di Erogazione

Periodo compreso tra il 1° novembre di ogni anno e il 31 marzo dell’anno successivo.

Fase di iniezione

Periodo compreso tra il 1° aprile e il 31 ottobre del medesimo anno.

Periodo di regolazione

E’ il periodo temporale, normalmente quadriennale, per il quale sono definiti i criteri per la determinazione delle tarif fe per il servizio di stoccaggio del gas naturale. Attualmente è in corso il secondo periodo di regolazione, che ha avuto inizio il 1° aprile 2006 e terminerà il 31 marzo 2010.

Termini tecnici

Stoccaggio di modulazione

Lo stoccaggio di modulazione è finalizzato a soddisfare la modulazione dell’andamento orario, giornaliero e stagionale della domanda.

Stoccaggio minerario

Lo stoccaggio minerario è necessario per motivi tecnici ed economici al fine di consentire lo svolgimento ottimale della coltivazione di giacimenti di gas naturale nel territorio italiano.

Stoccaggio strategico

Lo stoccaggio strategico è finalizzato a sopperire la mancanza o riduzione degli approvvigionamenti da importazioni extra UE o di crisi del sistema gas.